licataduemilionidieurodalpnrrperriqualificazionevillareginaelenailcomunepresentailprogetto

La Giunta Municipale, con propria deliberazione (la n° 36 del 15.03.2022), ha presentato una richiesta di finanziamento per il recupero e la valorizzazione della Villa Comunale “Regina Elena” di Licata. Si tratta di circa due milioni di euro (1.980.007,70), messi a disposizione dal Ministero della Cultura dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per mettere in sicurezza e rendere fruibile alla Comunità il polmone verde incastonato nel centro storico della Città, recentemente dichiarato di interesse culturale. Previsti interventi di riqualificazione, messa in sicurezza, efficientamento energetico e la messa a dimora del patrimonio botanico nel rispetto delle originali peculiarità. Ad annunciarlo il Sindaco Giuseppe Galanti e l’Assessore ai Beni Culturali Violetta Callea. << L’Amministrazione comunale – spiega l’Assessore Calleaintende recuperare e valorizzare la villa comunale “Regina Elena” situata nel centro storico della Città. Come Assessore ai Beni Culturali mi sono subito attivata interessando gli uffici preposti per restituire alla Comunità questo importantissimo spazio verde dichiarato recentemente di interesse culturale, utilizzando l’importante occasione di finanziamento costituita dal PNRR. La “Villa Elena” si inserisce in un contesto storico-artistico, urbanistico, ambientale e sociale di tutto riguardo e rappresenta la testimonianza di un periodo storico, quello compreso tra la fine dell’800’ e l’inizio del 900’, in cui la struttura socio-economica della Città è riuscita ad esprimere valori rilevanti. Quindi, il progetto prevede lo stanziamento di quasi due milioni di euro per la realizzazione di interventi di “restauro integrativo” dell’intero patrimonio botanico, nel rispetto delle peculiarità originali e di messa in sicurezza, con il ripristino delle opere murarie e della recinzione. Previsti interventi di ripristino dell’illuminazione, dell’impianto di irrigazione e di restauro di alcune opere in stile “liberty” custodite all’interno del “Giardino Storico”. La “Villa Elena” ha assunto da sempre un ruolo sociale importantissimo, rappresentando uno dei pochi luoghi di svago, di incontro con gli altri e con la natura, di gioco e di aggregazione per l’intera comunità ed in particolare per i bambini. Mi auguro che il progetto venga accolto – conclude Callea per restituire alla Comunità licatese questo importantissimo “Giardino Storico” >>.