Pullara: Il Ministero della Famiglia ha avviato le procedure per il recupero delle somme impropriamente spese dal Comune di Agrigento per l’acquisto di suv e pc con l’utilizzo di fondi destinati a famiglie, servizi educativi e centri estivi. Le perplessità sollevate dalla Codacons e da noi condivise in Commissione Parlamentare erano fondate.”

“Anche gli alunni che erano rimasti esclusi dal servizio integrativo in favore degli studenti con disabilità delle scuole superiori di secondo grado in provincia di Agrigento riceveranno l’assistenza dovuta. Un’ altro risultato importante raggiunto.”
Sono le parole del deputato regionale della Lega e presidente commissione speciale all’Ars on. Carmelo Pullara.
“In seguito alla segnalazione -scrive Pullara-da parte di alcuni genitori di studenti disabili in merito alla mancata attivazione del servizio di assistenza nelle scuole , ho immediatamente sollecitato il Libero Consorzio comunale di Agrigento affinchè richiedesse all’assessorato regionale alla Famiglia l’assegnazione di ulteriori fondi necessari per l’effettiva spesa relativa ai 17 progetti in sospeso. Abbiamo seguito passo passo tutta la pratica e abbiamo sollecitato il Libero Consorzio di Agrigento che ha subito trasmesso la richiesta all’assessorato regionale alla Famiglia. Abbiamo altresì sollecitato l’assessorato affinchè le somme venissero erogate all’ex provincia per poter riattivare il servizio. Ho personalmente comunicato all’ex provincia che il documento è stato firmato e mi hanno garantito che i servizi partiranno in questi giorni. Ovviamente monitoreremo che ciò avvenga in tempi brevi ,anzi brevissimi. Un altro risultato importante sul quale abbiamo lavorato tantissimo anche nelle varie audizioni della commissione speciale di indagine e studio per il Monitoraggio dell’attuazione delle leggi di cui sono presidente.
Va da sé – conclude Pullara – che il servizio deve essere garantito perché è importante e serve ad assicurare non solo un diritto fondamentale a favore dei più deboli ma anche a tutelare i lavoratori impegnati in queste attività dando al contempo serenità ai rispettivi nuclei familiari.
Dalle parole ai fatti, ci vuole fatica, perseveranza e fatica per raggiungere gli obiettivi, questi sono i risultati.”