pullaraL’avvicinarsi della scadenza del mandato o forse l’avvicinarsi della campagna elettorale fa galoppare l’assessore Razza.

“Eppure il governatore ha avuto oltre 4 anni di tempo per portare avanti questa politica. Per dare una soluzione all’emergenza rifiuti in Sicilia.
Fermo restando che la soluzione, con le necessarie salvaguardie per la salute, mi potrebbe convincere, ciò che non mi convince e’ come sempre il metodo.
Infatti, oggi per giustificare la sua scelta il governatore Musumeci ancora una volta lancia accuse pensati, chiudendo al dialogo e dimostrando di non saper ascoltare chi la pensa diversamente. Musumeci accusa “chi si oppone di stare dalla parte della malavita”.
La Sicilia è stanca di ascoltare il solito ritornello da campagna elettorale. La verità è un’altra e i siciliani la conoscono bene. Sui rifiuti come su molto altro, l’isola è rimasta ferma al 2017. Gli unici cambiamenti tangibili sono nelle tasche dei siciliani considerato l’aumento dei costi per famiglia e imprese.
Musumeci ritiene la sua ricandidatura dovuta tranne se qualcuno non sia in grado di spiegargli il perché non dovrebbe essere di nuovo lui il candidato del centro destra. Ecco questo uno dei motivi.”
Ad affermarlo è Carmelo Pullara deputato regionale della Lega e Presidente della commissione speciale per il monitoraggio e verifica delle leggi