palmadimontechiarosequestrobeniper750milaeuroanicolaribisi

La divisione Anticrimine della Questura di Agrigento ha sequestrato beni per 750mila euro a Nicola Ribisi, 41 anni, di Palma di Montechiaro. Nello specifico sono stati sequestrati sette rapporti bancari, una minicar e la villa residenziale con annessa piscina che è stata edificata senza alcun permesso ed è quindi abusiva. Nicola Ribisi era stato arrestato dalla Squadra Mobile di Agrigento, in esecuzione di una misura del gip del tribunale di Palermo su richiesta della Dda, nel settembre del 2009 e fu poi condannato, in via definitiva, a 5 anni e 4 mesi di reclusione per associazione di tipo mafioso.