elipistaenuovomercatoortofrutticolodilicatapullaraduegrossiproblemiancoraiirrisolti

“L’Assessore regionale per la salute Ruggero Razza convocato dalla Commissione Speciale di Indagine e di Studio per il Monitoraggio dell’attuazione delle Leggi, ancora una volta diserta. Si trattavano argomenti importanti per i siciliani, eppure!”
Sono le parole del deputato regionale della Lega e presidente della Commissione Speciale di Indagine e di Studio per il Monitoraggio dell’attuazione delle leggi.
“Questi- spiega Pullara- i punti all’ordine del giorno, della seduta del 20 gennaio, che avremmo trattato nella seduta della Commissione:
1) attuazione dell’articolo 5, comma 15, della legge regionale del maggio 2020, n. 9 sulla remunerazione aggiuntiva alle strutture sanitarie specialistiche accreditate per le mensilità oggetto dell’emergenza Covid-19.
2) monitoraggio dell’operato dei direttori generali, sanitari e amministrativi delle aziende del SSR.
3) attuazione art. 52 della legge regionale dell’aprile 2021, n. 9
sull’inserimento degli O.S.S. negli organici dei soggetti privati accreditati con il Servizio Sanitario Regionale.
Ebbene, seppure si trattava di temi rilevanti e di mancate applicazioni di leggi, anche stavolta l’assessore Razza non si è smentito non presentandosi in commissione pertanto non è stata possibile la trattazione dei punti all’ordine del giorno. Un’assenza inconcepibile. Tutto questo ormai succede spesso e non è assolutamente più accettabile.
Si perpetua così la mancanza di rispetto verso l’Assemblea regionale e le sue commissioni. I siciliani- conclude Pullara- hanno bisogno di risposte e le commissioni sono le sedi istituzionali più adatte dove poterle trovare e discutere ma quando è assente l’interlocutore principale, che è il Governo, tutto si blocca e a pagarne le conseguenze sono i cittadini. Quando si chiede rispetto istituzionale bisogna prima portarlo.”