pullaraL’avvicinarsi della scadenza del mandato o forse l’avvicinarsi della campagna elettorale fa galoppare l’assessore Razza.

“Aumentano i contagi e i ricoveri in tutti i Comuni della provincia di Agrigento e i dati sono allarmanti nonostante diverse zone rosse ..Nelle ultime due settimane la curva e’ cresciuta in maniera lineare, viaggiamo ad una media di 100 contagiati al giorno. Numeri che danno bene l’evidenza di un’ ondata in corso senza precedenti. E’ evidente , e l’impennata dei contagi e dei ricoveri lo dimostra, che la sanita’ e’ sotto stress e l’Asp di Agrigento si e’ trovata impreparata a gestire questa terza ondata dell’epidemia .” Sono le parole del deputato regionale l’On. Carmelo Pullara “La sanita’ siciliana ma soprattutto quella agrigentina -dichiara Pullara-paga lo scotto di anni di mala gestione da parte dell’ Azienda sanitaria incapace di gestire l’emergenza coronavirus .Le cifre degli ultimi giorni e delle ultime ore parlano chiaro: aumentano i contagi e i ricoveri. Gli ospedali di Agrigento e Sciacca-aggiunge Pullara- sono al collasso e i ricoveri in terapia intensiva aumentano. A Sciacca si stanno utilizzando altri posti letto in medicina covid essendo gia’ ricoverati 12 pazienti. La situazione sta precipitando e come se non bastasse si sta diffondendo anche anche la variante inglese . Una situazione ormai allarmante che pone l’agrigentino come la terza provincia siciliana in termini di contagio sull’emergenza sanitaria covid. Il sistema sanitario e’ sotto stress e se i ricoveri crescono arriveremo a soglie che sono al limite della sopportazione e questo puo’ mettere in serio rischio l’assistenza ai pazienti non covid. Ci si apettava una terza ondata e noi ci siamo trovati impreparati . Abbiamo assistito ad annunci mendaci e presenzialismi fuori luogo da parte del Commissario Zappia circa l’apertura , mai avvenuta,del Covid hospital di Ribera. Piu’ volte ho espresso la mia preoccupazione per le infondate rassicurazioni di Zappia riguardanti la situazione pandemica nella provincia di Agrigento e chiesto il pugno duro del Governo Regionale. Le dichiarazioni rese dal Commissario Zappia circa l’annuncio dell’apertura del Covid hospital di Ribera appaiono legate all’incapacita’ per l’Asp di assicurare la risposta sanitaria certa di fronte alla terza ondata nel tempo conosciuta, e per la quale occorreva arrivare preparati avendone cognizione ma anche spazio temporale. “